Oggi ripensavo a tutte le volte in cui sono stata ad Amsterdam. Una città che amo e che ho amato dal primo momento e che negli anni ho visto in tutte le stagioni e con tutte le condizioni atmosferiche, ma soprattutto in tutte le situazioni possibili e immaginabili: con le amiche prima, con il fidanzato poi, da emigrata appena arrivata alla ricerca di un lavoro, con un’ amica speciale, correndo la mezza maratona, con i suoceri, cugina, cognato, eccetera.
Andare a visitare Amsterdam era un must che offrivamo nel pacchetto ai nostri ospiti in visita, e ogni volta per noi era una gioia poter rivedere questa città tanto bella quanto unica.

LA MIA PRIMA VOLTA AD AMSTERDAM: UN AMORE A PRIMA VISTA

La prima volta che vidi Amsterdam avevo poco più di 20 anni. Uno dei miei primi viaggi all’estero con le amiche. Una settimana intera da dedicare alla scoperta di questa città di cui avevo tanto sentito parlare ma di cui non sapevo fondamentalmente nulla.
Decidemmo di dormire in un hotel a 1 stella nel cuore della città, a pochi passi da Piazza Dam, per avere tutto a portata di mano, anzi di piedi.

Ricordo che per una settimana mangiammo schifezze in giro, crocchette da Febo (il famoso take away self service di crocchette e altro junk food) o hamburger al McDonalds, e solo in un paio di occasioni entrammo nell’ Albert Hein alle spalle di Piazza Dam, che dopo qualche anno sarebbe diventato tanto familiare per me.

cento sfumature di Amsterdam
le crocchette di Febo in Rembrandtplein qualche anno dopo

Ricordo anche che camminammo tantissimo per non spendere molti soldi per i mezzi di trasporto. Chi lo sapeva ai tempi che esisteva la OV-chipkaart o che si potesse fare un abbonamento per i giorni in cui saremmo state lí. O forse lo sapevamo ma non volevamo spendere. Eravamo tutte studentesse universitarie e lavoravamo come baby sitter o in qualche call centre part time, quindi la parola d’ordine durante il nostro viaggio era RISPARMIARE IL PIÚ POSSIBILE! E poi…eravamo tutte genovesi 🙂

Se avessi avuto il Fitbit o il contapassi nello smartphone altro che i 10mila passi raccomandati! 😊

In quei giorni visitammo il centro storico, partendo da Piazza Dam fino al Mercato dei Fiori, organizzammo un pic nic nel bellissimo Vondelpark, trovando un aprile incredibilmente caldo e soleggiato, visitammo il Museo di Van Gogh, oltre alla Casa/museo di Anna Frank e di Rembrandt, ci divertimmo alla Heineken experience, passeggiammo per il Joordan e per il Red Light District salutando le donnine e facendo le sceme ad ogni sexyshop come solo noi sapevamo fare. Le risate! E infine, visitammo la città attraverso i suoi canali, con una delle tante crociere proposte.

Amai tantissimo Amsterdam e se avessi avuto un pó piú di coraggio all’epoca, mi sarei fermata a vivere lí. Ma forse non era ancora il momento.

cento sfumature di Amsterdam
Amsterdam: biciclette & canali

VISITARE AMSTERDAM CON GLI OCCHI DI UN’ ADULTA & CON UNA VALIGIA PIENA DI SPERANZA

Tornai ad Amsterdam da turista con Stefano nel 2011 quando andammo a trovare Lucia per la prima volta e in quell’ occasione la amai ancora di più. Visitare Amsterdam con il fidanzato è davvero romantico! Anche in questa occasione facemmo le cose classiche dei turista: giretto in centro, battelo, quartiere a luci rosse, mercato dei fiori, assaggi vari nei numerosi negozi di formaggi.

Tornammo di nuovo ad Amsterdam lo stesso anno, ma questa volta con uno spirito e un obbiettivo differente. Era novembre e avevamo deciso di trasferirci in Olanda, cosí approfittando dell’ospitalità di Lucia decidemmo di passare qualche giorno nei Paesi Bassi e provare a trovare lavoro.

Che delusione! In quei giorni ad Amsterdam visitammo tutte le agenzie del lavoro possibili e immaginabili ma da tutte la stessa domanda prima, e la stessa risposta dopo.

“Parlate olandese? “ No “e allora non possiamo aiutarvi…dovete fare tutto online”

In quell’ occasione scoprimmo l’esistenza di agenzie del lavoro dedicate a chi non parla olandese, essendo l’ Olanda sede di numerose aziende internazionali sempre alla ricerca di personale multi-linguistico (si dice cosí???)

Eravamo delusi, tristi, arrabbiati…a riguardarci oggi provo tanta tenerezza per quei due ragazzi giovani, muovere i loro primi passi della loro vita all’estero, provarci con tutte le loro forze.

Ma non ci fermò questa sconfitta, anzi! Avevamo perso una battaglia ma non la guerra! Li, in quella cittá che in quel momento ci stava sbattendo tutte le porte in faccia e ci stava rifiutando con tutte le sue forze noi rilanciammo e decidemmo che lí, in quel paese, avremmo vinto e saremmo riusciti a realizzare la nostra missione impossibile!

Tornai ancora ad Amsterdam con vari ospiti: con mia cugina Alessandra, con la quale visitammo il Museo del sesso in Damrak e ci rilassammo al Vondelpark, con i miei suoceri con i quali andammo alla scoperta del mercato biologico nel Joordaan del sabato mattina (assolutamente consigliato), con mio cognato sotto una pioggia battente e un freddo pazzesco, a metá giugno, e altre mille volte di cui non riesco neanche a ricordare i particolari.

cento sfumature di Amsterdam
le mie cento sfumature di Amsterdam
cento sfumature di amsterdam
le mie cento sfumature di Amsterdam

Ma Amsterdam la vidi anche di corsa, durante la mia seconda mezza maratona. Piena di gente in visibilio in supporto alle migliaia di runners che come me si stavano cimentando in questa avventura. Era settembre 2013 ed entrando nello stadio olímpico, al 21esimo km , mi sono sentita una rockstar! Mi stava scoppiando il cuore dalla gioia e soddisfazione per avercela fatta, per la seconda volta! Dopo poche settimane avrei corso la Maratona di New York! 😊

cento sfumature di amsterdam
con le medaglie al collo, dopo 21 km 097 metri

ALLA SCOPERTA DI AMSTERDAM CON LA MIA AMICA #DUTCHINANOTHERLIFE

Una delle numerose volte in cui andai ad Amsterdam fu con Valentina, una delle mie più care amiche, la mia sorella maggiore, conosciuta proprio grazie a questo blog.

La Vale era in vacanza a Den Haag, ed essendo innamorata dell’Olanda e soprattutto di Amsterdam, oltre che essere per altro espertissima essendoci giá stata decine di volte,  decidemmo di passare un’altra domenica da turiste e godercela insieme.

L’itinerario fu sempre piú o meno lo stesso ma con lei scoprii luoghi mai visti prima.

cento sfumature di Amsterdam
Rijksmuseum

Innanzittutto decidemmo di mangiare al Westerpark, al De Bakkerswinkel, un posto davvero figo. Un brunch ottimo con cibo di altissima qualitá, biológico e a km0. Poi passammo qualche ora nel parco in occasione di un Festival Hippy di cui non sapevamo ma che apprezzammo tantissimo, infine passeggiammo per il centro e Valentina mi fece scoprire il Joordan e la chicca delle chicche: il Begijnhof.

Lo conoscete?

Il Begijnhof é un oasi di pace nella confusione della cittá. Percorrendo Kalverstraat, la via dello shopping, in direzione mercato dei fiori, súbito dopo un negozio di scarpe (Van Haren) e un Diseguaal, inizia sulla destra Begijnensteeg, che vi porterà dritti a destinazione.

cento sfumature di Amsterdam
ingresso del Begijnhof

Superato il cancello vi ritroverete in un cortile, delimitato da mura e porte che delimitavano questo luogo, separándolo dalla cittá. Di giorno le beghine erano libere di uscire ma la notte tutte le porte venivano chiuse a chiave.Chi erano le beghine, chiederete voi. Vi rispondo subito. Le beghine erano donne devote, religiose o laiche, che senza prendere i voti decidevano di dedicare la loro vita agli altri.

Nel patio si può vedere la casa più antica di Amsterdam, al numero 34, costruita nel XVI secolo e una delle due case rimaste in cittá con la facciata di legno. Le case in legno infatti furono proibite nel 1521 a causa della loro facilità nel prendere fuoco.

Presto vi racconterò qualcosa di Amsterdam che sicuramente molti di voi non sanno, ho deciso di chiedere proprio a Valentina, la mia cara amica, autrice di libri per bambini meravigliosi , di dirmi i suoi 3 posti del cuore di Amsterdam. Quelli che non si trovano sulle guide Lonely Planet e neanche sui vari siti turistici. Quelli che l’hanno fatta emozionare, visto che su questo blog si parla di viaggi ed emozioni, e quelli dove lei ha vissuto qualcosa di speciale e ha lasciato un pezzettino del suo cuore. Sono certa che gradirete il suo intervento 😊

Stay Tuned!

 

Author

42 Comments

  1. Penso proprio che il prossimo anno tornerò ad Amsterdam…pensavo in corrispondenza con la fioritura dei tulipani (la Pasqua cade perfettamente, giusto x andare di pari passo con le vacanze scolastiche)…tornerò sul tuo sito, perchè mi piacciono le cose insolite…e tu mi pare che ne sappia parecchio…grazie!

  2. Diciamo quindi che quando riuscirò ad andare finalmente ad Amsterdam saprò a chi chiedere informazioni! Un bellissimo racconto il tuo, si percepisce che è una città che hai amato molto e che è stata una parte importante della tua vita!

  3. Ciao Alessia, io sono una Fan sia dei Ritorni sia del visitare posti inesplorati 🙂
    Ad Amsterdam non sono, purtroppo , mai stata. Faró tesoro di questo tuo ricco post e soprattutto sono in trepida attesa del futuro articolo sui posti che non si trovano sulla Lonley Planet! Mi farai felicissima :))))

  4. Mi aspettavo un post sexy … e invece … scherzo. Amsterdam non la conosco così bene come te, ci sono stata una volta e solo per 3 giorni. Ma la voglia di ritornarci c’è tutta. Adoro le viuzze, i colori, le case tutto è a punta ad Amsterdam. Ma aspetto i consigli della tua amica prima di andarci, mi piace l’idea di visitare qualcosa che non sia turistico, ma che sia emozionante

  5. Che bellissimi ricordi, adoro leggere post come questi! Amsterdam è una città davvero da scoprire e al Begijnhof sono andata subito dopo averne conosciuto l’esistenza. Sembra un posto finto, ci andrei a vivere domani <3

  6. Wow quante volte ad Amsterdam!! Per me finora è solo una, ma è stato amore a prima vista!!

  7. Certo che Amsterdam ha molto da offrire è raccontata da te è ancora più emozionante leggere e scoprire! Non sapevo della maratona !!! Bravi! E neanche delle agenzie per chi non parla olandese!

  8. Che bello scoprire Amsterdam insieme a te. E’ proprio vero che ci sono luoghi dove e’ sempre bello tornare e ritoranre per vederli con persone diverse ed emozionarsi come se fosse la prima volta. Ora sono curiosa di leggere il prossimo post, adoro scoprire gli angoli delle citta’ meno noti e per questo ancora piu’ suggestivi.

  9. purtroppo tutti i miei amici sono andati, anche più di una volta, in questa meravigliosa città e io ancora no. Dico sempre che il prossimo viaggio sarà Amsterdam ma poi purtroppo non vado mai. Comunque bellissimo post, leggere dei diversi occhi con cui hai visto questa città. davvero interessante..ti volevo chiedere inoltre se hai mai scritto qualche articolo riguardante il blog in generale 🙂

  10. Ciao Alessia, che bel titolo hai dato a questo racconto… Anche io ho amato Amsterdam e ci tornerei molto volentieri anche subito. Amo anche lo stile di vita della città, soprattutto per quanto rigirarda la vita all’aria aperta. Per non parlare dell’evoluzione… Mi ha colpito anche il fatto che il blog ti abbia regalato una bella amicizia. Dovresti raccontarlo!

    • alessia.1983 Reply

      Grazie Robi, si dovrei, hai ragione. Lo farò 😘

  11. Io sono stata due volte ad Amsterdam era una meta che desideravo da molto tempo e non mi ha delusa. Mi piace questa città non troppo grande, tranquilla e rilassata come l’acqua nei suoi canali, vorrei tornarci ancora, per inforcare una bici e pedalare tra i campi di tulipani…

  12. Che bello questo post. Mi hai fatto vedere una città che non ho mai visitato. E mi hai fatto venire una gran voglia di andarci. Oltre ad avermi dato qualche idea per il mio prossimo trasferimenti in Polonia 🙂

  13. A parte il fatto che adoro il titolo di questo tuo post, mi è piaciuto tantissimo il tuo racconto😊😍 mi hai fatto innamorare di Amsterdam solo con le parole, e mi hai incuriosito ancora di più! Voglio andare a scoprire questa città!

  14. Anche io mi sono innamorata di Amsterdam a prima vista! Sono andata con il mio fidanzato ed è stato molto romantico, ma anche divertente!

  15. Sono stata ad Amsterdam anni fa e non mi ricordo molto… mi hai fatto venir voglia di tornare!

  16. Adoro il Begijnhof ed i cortili in generale: li cerco sempre quando viaggio. Ho i miei preferiti sia a Roma che a Londra, in entrambi i casi sono oasi di pace nel mezzo del delirio cittadino 🙂

  17. Mi emoziona leggere del tuo amore per questa città e dell’evidente passione con cui la racconti (non vedo l’ora di leggere altri tuoi racconti al riguardo). Sono sentimenti in cui mi rivedo moltissimo e che provo per Tokyo, la mia casa all’estero.

  18. Chiara Falsaperla Reply

    E pensare che c’è gente che organizza viaggi ad Amsterdam solo con l’intento di sballarsi! Eppure è una città fantastica, romantica e tutta da vivere! Almeno mi pare sia così dato che non ci sono mai stata 🙂

  19. Amsterdam è una meta che da sempre abbiamo in mente di fare, ricca di arte, cultura e bellezze architettoniche.
    Leggendo il tuo post ce ne siamo innamorate ancora di più! 🙂 Credo ci organizzeremo presto per andarci, terremo conto dei tuoi consigli.

    Complimenti per l’articolo!

  20. Questa estate il nostro scambiocasa ci ha portato ad Amsterdam Noord. Mi svegliavo e guardavo subito lungo il fiume per le imbarcazioni, mi piaceva il profumo di quell’acqua scura e rumorosa in continuo movimento. Ogni mattina passavamo sulle sponde dell’IJ tra i parchi collettivi dove qualche Olandese faceva lavoretti, superavamo il caffé del Wilhelmina dock ed arrivavamo a Port Plein circondati da biciclette che aspettavano il ferry per arrivare alla Stazione Centrale di Amsterdam. Qui diventavamo turisti curiosi come gli altri…. ma ad Amsterdam Noord beh lì no, li ci sentivamo un po’ come dei “locals”.
    Ci tornerei ad Amsterdam, per provarne qualche altra sfumatura, come le descrivi tu.

  21. Amsterdam l ho.vista 2volte! La prima era l ultimo viaggio fatto con la mia famiglia e l ultima il nostro primo viaggio in 4.. coincidenze?? A parte gli scherzi è stupenda!

  22. Pensa, ero partita un po’ scettica e invece Amsterdam mi è piaciuta molto, pur essendoci stata solo per un weekend. Aspetto di leggere anche il post di Valentina!

  23. Che bello! L’hai sicuramente vissuta fino in fondo questa città, in tutte le sue sfaccettature. Io non ho ancora avuto la possibilità di andarci ma credo che quando succederà me ne innamorerò. Grazie per tutti gli spunti interessanti!

  24. Io ci sono stata una volta sola, per il mio 18esimo compleanno con un’amica ahah 😀 anche noi abbiamo girato tutto a piedi, pronte a risparmiare qualsiasi cosa. Però non ci siamo fatte mancare niente, compresi musei e coffeeshops. Mi piacerebbe tornarci ora!

  25. Caspita sei stata tantissime volte ad Amsterdam! Ogni volta in circostanze diverse e vivendo esperienze nuove! Splendido davvero

  26. Che bello questo post! sono stata ad Amsterdam 3 anni fa con degli amici e l’abbiamo girata in lungo e in largo. Con il tuo post ho “rivissuto” molte delle esperienze che ho fatto in quel viaggio. Amsterdam è una città bellissima. Io ho adorato tutti i musei.

  27. Che bello questo post su Amsterdam!
    Io non l’ho ancora visitata purtroppo.. ma mi è piaciuto scoprirla con voi 🙂

  28. Amsterdam è una città che non mi ha mai attirato più di tanto….certo che leggere il tuo racconto così affettuoso può anche far cambiare idea!

  29. Ciao! Anche una mia amica è andata ad Amsterdam e se ne è innamorata. Poi c’è tornata e si è innamorata di nuovo. Stavolta di Peter! 😁 Bellissima città.

  30. Ad Amsterdam non sono ancora mai stata, per un motivo o l’altro rimando sempre. Però sono così curiosa di vederla e dopo aver letto il tuo articolo ancora di più 😉

  31. Amsterdam è una capitale che ho visitato di fretta, concentrandomi molto sui sui musei. Credo di avere un debito nei suoi confronti e rimedierò!

  32. ma e’ una vita che stai con Stefano! avete avuto un bel coraggio perche’ partire per un paese con una lingua come l’olandese.. anche se chiaro parlano benissimo inglese..beh pero’ ne ha valso la pena… emozionante post!! bellissimo!

    • alessia.1983 Reply

      Ehhhh cara mia… 10 anni! Abbiamo “festeggiato” la decade a novembre… Ora, tra 2 settimane, torneremo a Malaga… Dopo 10 anni dal nostro incontro appunto. Mi faranno santa…

  33. La amo! ci sono stata anche io arie volte ed in diverse stagioni e compagnia… no finisce mai di stupire!

  34. Leggendo questo post ho rivissuto minuto per minuto il viaggio che ho fatto un paio di anni fa con la mia famigliola e degli amici carissimi. Amsterdam è una città che ti accoglie a braccia aperte e che ti fa subito sentire a casa. Non è difficile trovare italiani che vivono in questa città e che ti possono dare delle dritte meravigliose su luoghi e locali da vivere. Io ci tornerei anche domani. 🙂

  35. Che bell’articolo che hai scritto, pieno di dettagli e fortemente sentito.. Si percepisce proprio il tuo attaccamento a questa città e questo è ciò che rende un travel blog unico!

Write A Comment