Scarpe comode, zaino in spalla e macchina fotografica pronta! Ci sarà da trottare per riuscire a vedere il più possibile di Genova in un solo giorno.

 Cosa vedere a Genova in un giorno: l’itinerario imperfetto

Partiamo dalla stazione Principe: Dal monumento dedicato a Cristoforo Colombo scendiamo per via Balbi, sede di alcune facoltà dell’Universitá. A poche centinaia di metri sulla destra Piazza dei Truogoli di S. Brigida dove il tempo sembra essersi fermato. Una piccola piazzetta recentemente restaurata ma che mantiene ricca la sua identità tra antichi palazzi medievali colorati e i vecchi Truogoli appunto, dove le lavandaie andavano a lavare i loro panni secoli fa.

Nella “Strada dei signori Balbi”, ricchi banchieri genovesi, troverete numerosi bar e tavole calde, approfittatene per gustarvi una bella colazione alla genovese: focaccia e cappuccino! Si avete capito bene, questo è il binomio perfetto per noi liguri.:-)

cosa vedere a Genova
la focaccia e il mare

Terminata via Balbi vi ritroverete in Piazza della Nunziata (a ciassa da Nonsiâ) da dove potrete addentrarvi nel vicoli in diversi modi:

  • Attraverso Via delle Fontane, Porta dei Vacca e iniziando Via del Campo dal principio
  • Proseguendo per via Bensa e prendendo via Lomellini fino a Piazza Fossatello per poi decidere se proseguire a destra per via del Campo o a sinistra per via Fossatello e via San Luca fino a Piazza Banchi. E poi ancora via degli Orefici, Piazza Campetto, via Sosiglia, Piazza Lavagna, Piazza delle Vigne con la Basilica di Santa Maria delle Vigne e il Coro. Risalendo da vico San Matteo fino all’omonima Piazza, date uno sguardo all’ Abbazia e all’omonimo Chiosco, per poi riscendere verso l’acquario o risalire verso Piazza De Ferrari.

Potete anche decidere di fare una “scappata” verso il quartiere del Carmine per ammirare il Mercato recentemente ristrutturato e tutti i vicoletti limitrofi a Piazza del Carmine, dai nomi “poetici” : vico dello Zucchero, vico della Fragola, vico della Prudenza. Venire in questa zona vale la pena soprattutto per 1 cosa: la migliore focaccia di Genova (Le Bontá del Grano).

In realtá é difficile individuare un itinerario ottimale (per questo nel titolo l’ho definito imperfetto) attraverso i vicoli di Genova perchè le cose da vedere sono tante, forse troppe! Tuffatevi alla scoperta del cuore di Genova cercando di rimanere sempre nei vicoli più ampi e illuminati.

Da non perdere Piazza del Campo e il negozio-museo dedicato al Faber, per gli amanti del noto cantautore genovese, ma anche via Garibaldi e i suoi ricchi Palazzi dei Rolli , piazza della Meridiana, Piazza delle Fontane Marose, la ricca via Roma e Piazza Corvetto.

Per mangiare qualcosa in zona Porto Antico vi consiglio l’Antica Friggitoria Carega, in Via di Sottoripa, 113 r: un pezzo d farinata e un pò di pesce fritto e andate a gustarvi il tutto all’expó o direttamente sull’isola delle Chiatte, in mezzo al mare! Un pranzo che non dimenticherete tanto facilmente!

cosa vedere a Genova in un giorno
Porta dei Vacca vista dal mare

Riposatevi un pò e godetevi il sole e le temperatura sempre gradevoli (a meno che non sia una brutta giornata, che allora cambia tutto! Ma non vi preoccupate che poi vi racconto cosa fare a Genova se piove).

cosa vedere a Genova in un giorno
in mezzo al mare..su una chiatta

Adesso siete pronti per ripartire. Dopo aver passeggiato per il Porto Antico, aver fatto un giro sul Bigo, l’ascensore panoramico di Genova ed esservi mangiati un gelato da Eataly (potete farvi un giro nel negozio panoramico e approfittare dei bagni generalemtne puliti) uscite dall’Expò e dopo aver ammirato Palazzo San Giorgio e i suoi affreschi dirigetevi verso Via San Lorenzo. Fermatevi a fare qualche foto di rito alla Cattedrale di Genova e i suoi enorme leoni che fanno la guardia, e se avete tempo entrate per ammirarne tutta la sua maestosa bellezza.

Risalite fino a Piazza De Ferrari e la sua famosa fontana e fate un giro a Palazzo Ducale. Ci sará sicuramente qualche mostra interessante da vedere.

cosa vedere a Genova in un giorno
Genova con i Ciri – Piazza De Ferrari

Continuate per Piazza Matteotti e addentratevi fino a Piazza delle Erbe per scoprire un’altra parte meravigliosa del centro storico di Genova. Qui la Movida del venerdì sera. Addentratevi verso via San Donato, Piazza San Bernardo e stradone Sant’Agostino fino all’omonimo museo, facendo una sosta d’obbligo nella Chiesa San Donato. Prendendo via Ravecca si arriva alle due Torri di Piazza Soprana dove potrete visitare la Casa di Colombo e il chiosco di Sant’Andrea. Si può anche salire sulle torri e ammirare una vista sulla città da togliere il fiato.

A questo punto, se ancora non siete stanchi, fatevi un giro per via XX Settembre e godetevi qualche ora di shopping! Potete arrivare fino in Piazza della Vittoria e prendervi un bel aperitivo con buffet libero in uno dei numerosi bar sotto i portici.

Se avevate un solo giorno a disposizioni direi che vi ho fatto vedere il più possibile. Partendo da Brignole potete fare lo stesso percorso al contrario. Se invece avete più tempo disponibile continuate a leggere il blog…presto vi racconterò COSA VEDERE A GENOVA IN 2 o PIù GIORNI.

Author

9 Comments

  1. Ho visto che hai scritto della mia amata Genova e mi sono fiondata a leggere il post! Ne ho scritto recentemente uno anche io ma, ovviamente, qualche dettaglio indicato da te mi è sfuggito. Sarà per la prossima volta 🙂

    • alessia.1983 Reply

      corro a leggerlo! ehh Genova o si ama o si odia…io la amo!!!ma sono di parte 🙂

  2. A me Genova piace moltissimo, ogni volta che torno scopro angoli nuovi, ma la focaccia resta un must!

  3. Ho già il fiatone Alessia, mi hai fatto girare Genova di corsa 🙂 Scherzo ovviamente!!! Credo che ogni città vada visitata con calma per “gustare” ogni angolo. Non ricordo di essere stata mai a Genova però una scappata la farei volentieri se non altro per assaggiare la focaccia però con una tisana perché il cappuccino non lo bevo 😉
    Appena ho letto l’ abbinamento, focaccia e cappuccino per colazione, ho sbarrato gli occhi, ma tu hai specificato che è una vostra abitudine. Se lo fate voi perché non dovremmo farlo noi. Giusto?

  4. Che bello ritrovarmi a Genova leggendo questo articolo.. Savonese di origine, la tua prima foto mi rappresenta in pieno: la focaccia e il mare! Un connubio meraviglioso! Che nostalgia … bellissimo post!

  5. Genova mi ha stupito!! Non la credevo così bella ! E più quanta focaccia e pesto ho mangiato!! Spero di tornarci presto per portare irene all’acquario! E poi devo visitare la casa di colombo che non visto!!

  6. Genova mi incuriosisce… ho proprio voglia di perdermi nei vicoli e provare cappuccino e focaccia per colazione

Write A Comment