Oggi voglio prendermi del tempo per me e per fare quello per cui questo blog è nato: raccontare emozioni, e voglio partire da quella più forte e profonda provata fino ad ora.
Oggi voglio raccontarvi cosa si prova a diventare mamma.

Ogni giorno vivo emozioni come donna, mamma e moglie (anche se moglie non lo sono ancora ufficialmente 🙂 ) in un paese straniero, alla prese con un bambino di 3 anni, un lavoro quasi full time, una casa da organizzare, eccetera eccetera ma vivo anche emozioni durante i nostri viaggi, che siano dall’ altra parte del mondo o a poche ore da casa, e soprattutto le emozioni come figlia, lontana dai propri genitori. Una valigia di emozioni è proprio questo, il mio viaggio quotidiano con il mio carico di emozioni, legate a tutti gli aspetti della mia vita.

Questo blog è nato 6 anni fa, per raccontare il nostro trasferimento all’estero ed è sempre stato in un angolino della mia vita, come un piccolo e insignificante hobby. Negli ultimi mesi però, dopo aver intrapreso un percorso di autoconoscenza e crescita personale, il primo desiderio che ho sentito è stato quello di riprenderlo in mano e farlo crescere .

Ho deciso quindi di rimettermi in gioco e di farlo nel modo in cui mi veniva  più difficile in quel momento: parlando di emozioni e decidendo di chiamare il blog una valigia di emozioni appunto, per ricordarmelo ogni giorno. Un blog terapeutico in cui cerco di analizzare e snocciolare, chiamandole con il loro nome, le emozioni che provo ogni giorno, vivendo all’estero, lontano dagli affetti più importanti, in un paese che sto imparando a conoscere giorno dopo giorno, le emozioni di essere mamma e vivere la maternitá al 1000% dandole la priorità assoluta a volte, anzi spesso, trascurando me stessa.

Ogni giorno voglio ricordarmi di vivere le emozioni che la vita mi presenta, belle o brutte che siano, di farle scorrere senza trattenerle o chiuderle in qualche cassettino, magari a chiave, per paura di viverle e di quello a cui potrebbero portare.

LA MERAVIGLIA DI FARSI SORPRENDERE DALLA VITA

Perchè tutte queste parole? Beh per raccontarvi che in questo periodo sto vivendo una gioia enorme che mi fa scoppiare il cuore di felicità e allo stesso tempo gli occhi di lacrime, perchè purtroppo non potrò godermi questo momento da vicino.

Una mia cara amica, una sorella, una persona meravigliosa che ho avuto la fortuna di conoscere e avere nella mia vita nel momento più importante, dopo una lunga attesa…è in dolce attesa!

Voi starete pensando, beh che cosa c’é di speciale? C’è bisogno di scriverlo sul blog che la tua amica è incinta?

Si ragazzi, lo urlerei al mondo intero perchè così come quando è nato mio figlio siamo diventati genitori in 4, avendo avuto i nostri amici vicini come fratelli e anche di più….oggi, che sappiamo dell’arrivo di questa nuova creatura è come se io e Stefano diventassimo genitori per la seconda volta, perchè questo bambino è anche un pù figlio nostro e mi scoppia letteralmente il cuore di gioia e amore.

L’ amicizia che ci lega a queste due persone è difficile da spiegare perchè è qualcosa che va oltre. Un legame e un affetto che molto raramente nella vita si provano, soprattutto quando le persone entrano a far parte della nostra vita in età giá adulta. Una sorella lei e un fratello lui, ma la cosa bella, straordinaria, mistica, è che lo sono per entrambi. Per me ma anche per Stefano. Loro non sono semplicemente una coppia di amici…sono molto di più!

Quando si vive all’estero e si conoscono persone nella stessa situazione si tende a legarsi subito profondamente. Nei miei 5 anni in Olanda ho fatto amicizia con tante persone, alcune più superficiali che si sono perse per strada e altre più forti che durano ancora oggi a distanza di anni, alcune conosciute grazie a questo blog, prima virtualmente e poi realmente, e altre persone conosciute per caso o per altre mille ragioni.

Questa gravidanza tanto desiderata, che sembrava non arrivasse mai, è per me la dimostrazione che i “miracoli” esistono, che la natura è meravigliosa, che l’amore vince sempre e che la vita trova sempre il modo di sorprenderti, anche quando pensavi di non crederci più!

Ho provato sulla mia pelle la gioia nel vedere quella lineetta sul test di gravidanza colorarsi sempre di più. Ti scoppia il cuore dalla felicità e non sai come trattenere tutta questa energia che ti senti arrivare da dentro.

Avere un figlio, diventare mamma, è l’emozione più grande che una donna possa provare e sono davvero felice che la mia amica stia vivendo queste sensazioni in prima persona.

COSA SI PROVA A DIVENTARE MAMMA : LA MIA ESPERIENZA

Ritorno indietro con la memoria e rivivo quel momento. Avevo un ritardo di qualche giorno ed essendo un paio di mesi che cercavamo un bambino ho deciso di non aspettare tantissimo e di fare  il test quasi subito.
In pochissimo la linea che segna la positivitá del test si è colorata tantissimo…inconfondibile! Ero incinta!
Ricordo che eravamo sul divano, nella nostra prima casetta a Rotterdam e io ovviamente scoppiai a piangere (piango sempre lo so!) mentre Stefano sorrise, forse non rendendosi pienamente conto di quello che stava succedendo.

cosa si prova a diventare mammaInutile dirvi che il test lo comprai il giorno prima con lei, la mia amica che oggi sta per diventare mamma. Lo ricordo come se fosse successo ieri 🙂

Un misto di gioia e felicità, ma anche paura, timore e  soprattutto tristezza per essere lontana dalla mia famiglia. Non mi sarei mai immaginata che sarei diventata mamma lontano dalla mia mamma. Lontana da colei dalla quale avrei voluto ricevere sostegno, consigli e aiuto. Ma la vita va così , è imprevedibile, nel bene e nel male.

Quindi mi sono rimboccata le maniche e mi sono fatta forza. Le nostre famiglie ci sono vicine nonostante la distanza, ma ovviamente non è la stessa cosa che averle a poche centinaia di metri.

Siamo diventati genitori contando solo su noi stessi. Basandoci sulle mie letture per essere i più informati possibile ma anche e soprattutto sul nostro istinto. Seguire la propria pancia non vi farà sbagliare mai!

Oggi rivivo tutto, da un altro punto di vista. Oggi posso tranquillizzare la mia amica come avrei voluto che qualcuno tranquillizzasse me. Oggi posso dirle come ho fatto io e come ha visto lei nei mesi in cui siamo state vicine e, se vorrà, saprò darle consigli per non farle commettere i miei stessi errori e per farle fare le cose giuste che credo di aver fatto io.

Oggi posso farle da sorella maggiore così come lei lo ha fatto con me, pur non essendo ancora madre, ma trovando sempre il modo di starmi vicina e aiutarmi, senza mai giudicarmi.

Tanti auguri amica mia, sta per iniziare il viaggio più bello della tua vita e io sarò sempre al tuo fianco per supportarti e sopportarti come tu hai fatto e continui a fare ogni giorno con me!

ps: venite a vivere a Barcellona???? ;-(

 

Author

20 Comments

  1. Ma che dolcezza questo post… Pensavo che a essere incinta fossi tu. Questo mi fa capire quanto tu ti senta legata a questa persona. Piacerebbe anche a me avere un’amica alla quale sentirmi così legata ma, in questo momento, purtroppo non ne ho una. Arriverà. Ad ogni modo, grazie anche per aver condiviso le tue gioie sulla maternità. Abbiamo una cosa in comune: aver dato un’accezione terapeutica al nostro blog 🙂

  2. Bellissimo leggere di queste tue emozioni.. le fai rivivere anche a noi!
    Che bello deve essere diventare mamma.. spero di poter provare anch’io quest’emozione 🙂

  3. A volte mi rendo conto della gioia che provo e della fortuna che ho (che abbiamo con mio marito) nell’avere Irene nella mia vita… è un’emozione inspiegabile fino a quando non si diventa madre! Auguri per questo figlio/a acquisita in arrivo!!!

  4. A me commuove molto di più leggere di un’amicizia così forte che non della maternità in sé! Sono mamma anch’io, mio figlio compie 3 anni a luglio ed è l’amore più grande. Ma anche le amicizie sono fondamentali e quando si riesce ad averne una così vera e sincera è bellissimo. Auguri per la tua amica!

  5. ho visto questo post, ho letto qualche parolina e senza neanche accorgermene, ero arrivata quasi alla fine… non sono mamma, ho 22 anni e ho ancora del tempo per pensare a me stessa solamente, ma dentro di me già sento la voglia… ma la parte della tua amica mi ha commosso, davvero, bellissima amicizia. Tanti auguri alla tua amica e a te!

  6. La maternità e un periodo particolare in qualunque modo là si viva… Aspettare un figlio è un momento di attesa che riempie il cuore e la mente di interrogativi e di emozioni che poi ti accompagnano per tutta la vita . Un grande augurio per questo viaggio felice è davvero straordinario.

  7. Che post dolcissimo! Si sente tutto l’affetto che ti lega alla tua amica e sono sicura che l’arrivo di questo bimbo rafforzerà ancora di più la vostra amicizia

  8. Alessia! Che bello! A me é capitato personalmente. 4 anni di ricerca e poi il miracolo a 41,5 anni dopo quasi 5 anni dalla prima gravidanza, arrivata solo con uno sguardo! E niente volevo dirti che anche io piango sempre… e che non vedo l´´ ora di passare per Barna!

  9. Ho avuto la fortuna di diventare mamma bis da pochi mesi… le emozioni come dici tu sono incredibili!! Il viaggio più bello possibile…

  10. Che dire Ale! Mi commuovo io! Sono sensazioni ed emozioni che son difficile da trasmettere ma a parole l hai fatto benissimo! Auguro tanta gioia alla tua amica!

  11. Mi hai fatto commuovere. Non sono madre per cui posso solo immaginare le emozioni che possono provarsi scoprendo che una nuova vita sta crescendo in te. Vorrei che accadesse sarebbe il perfezionamento dell’amore ❤

  12. Mi hai fatto emozionante con questo post! L’emozione di diventare madre è talmente forte e bella…tu l’hai saputa raccontare benissimo!

  13. è vero, il mistero di una nascita è talmente grande che si ridiventa genitori ogni volta che una cara amica svela di essere incinta. fortunata la tua amica 🙂

  14. Quanto amore in questo post! E’ bellissimo il vostro rapporto, così come la gioia che traspare da queste tue parole!

  15. Una valigia di emozione già il nome del blog mi piace moltissimo, ricordo ancora l’emozione di quando anche io ho scoperto di aspettare lei, poi un giorno ricordo che al corso pre parto chi chiesero di disegnare la nostra emozione… sai cosa ho disegnato ? una pancia con dentro una valigia……….una valigia di emozioni nuove! mi hai fatto emozionare e sono contenta per la tua amica
    con affetto Selene

  16. Mi piace molto la filosofia del tuo blog, il fatto che tu voglia raccontare la tua vita e le tue emozioni.. Secondo me la sincerità e la spontaneità alla fine vengono premiate sempre

  17. Che bello questo racconto. Mi hai fatto rivivere per un attimo i momenti in cui ho scoperto di aspettare Andrea Chandra.

  18. Ciao Alessia, un post veramente incantevole! Conosco perfettamente i legami di cui parli. Sono una expat anche io e certi rapporti ogni tanto fanno da motore per la mia “sopravvivenza”. Ho sorriso di commozione leggendolo, sognando il giorno in cui anche io potró condividere l’ emozione di diventare mamma con certe persone 🙂

  19. Mi sento molto vicina a te poichè condividiamo la stessa esperienza del vivere all’estero, quindi ogni tua singola parola che si riferisce a ciò per me ha un valore molto più grande. Capisco davvero bene cosa intendi quando parli dei legami che si hanno. spero di trovare in te una nuova amica come spesso hai trovato in maniera virtuale!!

Write A Comment