Oggi ho deciso di scrivere qualcosa di me e del mio percorso professionale. Oggi vi racconto cosa fa un consulente di viaggio, ossia quello che è il mio lavoro da 6 anni.

Come forse già sapete sono laureata in Comunicazione e ho lavorato per anni nell’organizzazione di eventi per poi occuparmi della crescita da zero di un’agenzia di animazione turistica.

Nel 2012 però decisi di lasciare l’Italia e di cercare fortuna all’estero. Ero stanca della precarietà e incertezza che si respirava nel caro vecchio stivale. Volevo stabilità e soprattutto volevo mettermi alla prova. Così, chiusi “baracca e burattini” (sapete perchè si usa questa espressione??? Io l’ho appena scoperto grazie al mio amico Treccani. Praticamente è un modo di dire che arriva dal magico mondo dei burattini, animati dagli artista di strada ambulanti. In passato, quando il pubblico non gradiva lo spettacolo, l’ambulante abbandonava “baracca e burattini” e terminava inmediatamente lo spettacolo. Oggi con questa espressione si intende quando si é stanchi di una situazione non bella per cui si decide di mollare e chiudere appunto baracca e burattini 😊 ) e mi trasferì in Olanda.

Iniziai a cercare lavoro in aziende multinazionali, cercando di sfruttare quello che sapevo fare e le lingue che parlavo. In pochissimo tempo trovai ben 3 lavori ma decisi di accettare quello come BUSINESS TRAVEL CONSELOUR in una grossa agenzia di viaggi aziendali, un colosso americano presente in tutto il mondo.

Ancora ricordo l’emozione quando mi fecero l’offerta. L’ufficio era un enorme openspace e tutti i colleghi erano giovani e proveniente da un sacco di paesi differenti. Respiravo novità e multiculturalità, ma anche timore per un mondo del quale non sapevo nulla.

BUSINESS TRAVEL: UN MONDO NUOVO TUTTO DA SCOPRIRE

Prima di diventare business travel agent non sapevo nulla di questo mondo. Per fortuna la mia azienda mi offrì un mese di training (pagato) per darmi le basi di quello che è un lavoro tutt’altro che banale.

Tornai in aula quindi, per imparare i codici aeroportuali, le principali regole tariffarie, le caratteristiche degli hotel e soprattutto per imparare a usare un sistema di prenotazioni GDS. Avete presente il vecchio dos con solo lettere e numeri? Ecco il sistema GDS è più o meno lo stesso. Non si hanno icone sulle quali cliccare e bisogna imparare un vero e proprio linguaggio.

Tutto questo in inglese, quindi oltre ad esserci la difficoltà di un lavoro nuovo, con tantissime cosa da imparare, c’era anche la difficoltà di una lingua per me ostica.

A fine corso ho dovuto sostenere un doppio esame. Uno sulle prenotazioni vere e proprie e quindi sul sistema e il secondo sui codici aeroportuali che divennero un vero e proprio incubo. Mi ricordo che giravo con i bigliettini e li studiavo ovunque, pure in bagno.

Da esterna a questo mondo non sapevo che quasi tutte le grosse e medie aziende nel mondo si appoggiassero a una agenzia di viaggi per il business e che il corporate travel muovesse un sacco di soldi ogni anno. Le aziende contrattano le tariffe direttamente con le compagnie aeree, gli hotel e le compagnie di noleggio auto. Parliamo di nomi grossi, hotel 4 o 5 stelle, compagnie aeree di bandiera e a 5 stelle come Cathay Pacific, Qatar Airways e Singapore Airlines. Parliamo di account manager dedicati per ogni azienda, che lavorano per ottenere le tariffe e le condizioni migliori. Insomma un mondo, in cui appunto girano un sacco di soldi! Il mio mondo da 6 anni!

Ho assistito alle presentazioni di tutte le compagnie aeree possibili e immaginabili, ho mangiato ai pranzi offerti dalle catene alberghiere più disparate (memorabile il pranzo turco offerto da Turkish Airlines), ho collezionato gadget proveniente da ogni dove, sono andata alle feste in hotel 5 stelle offerte da catene alberghiere e compagnie aeree, ho giocato a quiz per mettere alla prova le mie conoscienze e ho partecipato ad estrazioni con in palio notti in hotel e voli gratis…che ahimè non ho mai e dico mai vinto !

BUSINESS TRAVEL AGENT : CHI É E COSA FA?

Ma veniamo a noi, anzi a me. Cosa faccio come business travel agent? Chi é il business travel counselor?

In genere l’agente di viaggio per il business é una persona che ha studiato Turismo e che parla almeno 2 o 3 lingue. Spesso proviene da una precedente esperienza lavorativa in aeroporto o in una compagnia aerea.

Per fare bene questo lavoro bisogna essere comunicativi e sapersi organizzare.

I nostri passeggeri hanno poche idee e confuse. Viaggiano per lavoro e sono abituati a un certo livello di confort. Ci chiamano o ci scrivono e ci chiedono di organizzare il loro prossimo viaggio dalla A alla Z, quindi aereo, hotel, noleggio auto, ma anche limousine da casa all’aeroporto (servizio offerto ai passeggeri business class da Virgin Atlantic e Emirates), informazioni per il visto…e poi c’è tutta la parte amministrativa, quindi la fattura che manca, il costo del biglietto che per uno sbaglio tecnico é stato pagato due volte e altri problemi tra i più assurdi e disparati.

Problem Solving quindi e multitasking.

Facendo questo lavoro ho imparato tantisisme cose che prima non sapevo, legate al mondo dei viaggi. Cittá che avevo sentito nominare solo in qualche canzone ma che non sapevo dove fossero ubicate, nomi di posti assurdi in Cina e compagnie aeree sconosciute.

Ogni volta che faccio viaggiare uno dei miei passeggeri cerco di entrarci in empatia, di anticipare le sue richieste, di scoprire insieme a lui il luogo dove andrá…ah caro Vecchio Google Maps, senza di te sarei persa! È come se ogni giorno viaggiassi un pó anche io con loro.

COSA FA UN CONSULENTE DI VIAGGIO???

cosa fa un consulente di viaggio

Ultimamente vedo sempre piú spesso offerte di lavoro come consulenti di viaggio e ad essere onesta mi ha solleticato l’idea di provarci.

Ho molte conoscenze e competenze e mi sarei potuta dedicare a questa attività inizialmente come secondo lavoro e poi chissà.
Ma…c’è un ma.

Informandomi meglio sulle due più grosse agenzie di viaggi che offrono questa opportunità (se così la vogliamo chiamare) lo scontro con la dura realtà: si deve pagare per entrare! Si avete capito bene…sono di nuovo incappata nel lavoro che per averlo devi comprartelo.

Ovviamente loro ti imbarcano dicendoti che per aprirti un’ agenzia viaggi classica spenderesti molto di più, che avresti un sito dedicato, che fanno formazione, etc etc che per carità è tutto vero…ma l’idea di “comprarmi” un lavoro non mi è mai piaciuta…e mai mi piacerà.
Inoltre parlando con chi ha iniziato questo percorso mi è stato confermato che i clienti vanno cercati e che l’azienda oltre a darti i pochi strumenti di cui sopra non fa.

BOCCIATO!

Allora ho pensato un pò a come poter sfruttare meglio quello che ho in mano e mi è venuto in mente lui, Stefano Speranza, un mio carissimo amico da tutta la vita, che dopo anni di agenzia di viaggio in senso classico, ha deciso di dedicarsi alla consulenza di viaggi online.

“Perché on line?”, direte voi…

Beh perchè ormai il mondo va così e bisogna rimanere al passo con i tempi. La gente non ha tempo! Non ha il tempo di andare in agenzia, dire quello che vuole, sfogliare il catalogo, andare a ritirare i biglietti una volta pronti…eccetera eccetera.

Non è molto più comodo mandare una mail o fare una telefonata? E aspettare un messaggio quando tutto è pronto?

Certo, alla base ci vuole una profonda fiducia per il consulente e dall’altra parte ci deve essere una grande professionalità, altrimenti non si va da nessuna parte.

Stefano è tutto questo. Unisce anni di esperienza come agente di viaggio classico, avendo lavorato per oltre un decenio in un’agenzia leader nel settore molto conosciuta a Genova, a fantastiche doti comunicative, empatia e professionalità.

Ho quindi deciso di iniziare a collaborare con lui, nel mio tempo libero, e sfidarmi in una cosa nuova.

Mia mamma viaggia solo con lui da anni ed é entusiasta. Io sono più indipendente come sapete, anche per deformazione professionale.

PERCHÉ RIVOLGERSI A UN CONSULENTE COME STEFANO?

Ve l’ho detto, Stefano sa quello che fa. Segue le persone, i loro bisogni , e non li lascia soli.

Se volete organizzare un viaggio particolare, o anche solo un weekend da qualche parte, Stefano saprà costruirvi un viaggio su misura per voi, facendovi spendere meno di quello che pensate.

Risparmierete tempo e denaro, e avrete la sicurezza che solo un agente di viaggio può darvi.

Allora che aspettate? Dove volete andare? Io e Stefano saremo lieti di accontentarvi in ogni vosto desiderio…poi però mandateci una cartolina, il must degli anni 90!! 😊

Author

45 Comments

  1. La tua è sicuramente una professione interessante ma non facile, specie in questo particolare momento storico in cui sempre più persone si affidano al fai da te. Però complimenti per il tuo percorso, spero ti porti lontano!

  2. Mi è piaciuta molto la parte di questo articolo in cui hai descritto la tua esigenza di cambiare aria e vita. Considero sempre coraggiose le persone che riescono a lasciare tutto per buttarsi in un’avventura del tutto nuova, forse perché io questo coraggio non ce l’ho mai avuto… Complimenti!

  3. Una bellisima presentazione! Fai davvero un lavoro “difficile” ma comunichi tanta passione, determinazione ed energia! Complimenti per il coraggio e l’audacia di mettersi in gioco. Un grosso in bocca al lupo!!

  4. Ciao Alessia! Beh, a me piacerebbe fare un lavoro del genere! Non parlo 3 lingue ma adorerei organizzare viaggi, soprattutto corporate. Nella prossima vita? O mi butto? 😅

  5. Ciao Alessia, innanzi tutto complimenti per la caparbietá e il coraggio. Mi é piaciuto molto questo post! Ho bisogno anche io di dare una svolta alla mia vita e il settore del turismo é quello che mi piacerebbe intraprendere. Di lingue ne parlo 5, so viaggiare perché lo faccio da sola e da una vita e, inoltre, sono psicologa quindi ad empatia sono messa abbastanza bene. Chissá se un giorno riusciró a realizzare questo sogno. Ad ogni modo , grazie per le delucidazioni su questa professione 🙂

  6. Il mondo del corporate travel ha sempre avuto un certo fascino per me, l’ho testato per un breve periodo lavorativo quando organizzavo congressi medici. Stressante ma anche divertente, lo ammetto!

  7. Complimenti Alessia, fai un lavoro molto bello e stimolante e sicuramente in linea con le tue passioni!

  8. Per me è stato bellissimo leggere di te e del tuo cambiar vita..
    Grazie per aver condiviso la tua esperienza 🙂
    Il titolo mi aveva subito incuriosita 😉

  9. Il dire che sei multi tasking é dire poco, conoscendoti.. complimenti e viva l’expats!

  10. La professione di consulente di viaggi mi ha sempre affascinato perché adoro mettermi lì ed organizzare il tutto. A volte passo ore ed ore alla ricerca dell’offerta perfetta. Peccato il fatto che per lavorare dovresti pagare!

  11. Che dire, quella di consulente di viaggi sembra davvero un’esperienza interessante, soprattutto per chi ama mettersi alla prova, viaggiare e lavorare online (il che garantisce anche una grandissima flessibilità). Ti faccio i complimenti per questa tua scelta, non è da tutti mettersi in gioco! In bocca al lupo per tutto 🙂

  12. Super interessante questo articolo! Il mondo dei viaggi per il business lo conosco poco ma mi incuriosisce molto. 🙂

  13. Molto interessante questo post, ma adesso lo fai a partita IVA? Avevo letto di queste agenzie che richiedono un pagamento piuttosto sostanzioso per entrare, ma sinceramente mi sembra una follia. Lo chiamano investimento ma boh, sono poco convinta 😀 molto interessante la tua testimonianza!

  14. Sai che mi pare proprio un lavoro davvero interessante il tuo! 🙂 Certo non facile, ma stimolante! Prendo spunto, dato che sono proprio alla ricerca di un lavoro 🙂

  15. Ciao Alessia, davvero complimenti per aver resistito tutti questi anni nel settore del business travel! Non è un lavoro per tutti, anzi… Ottima idea questa integrazione verso il leisure, è sempre bello avere una visione completa del settore dei viaggi.

  16. Adoro leggere gli articoli personali nei blog e mi interessano tantissimo le storie di vita…complimenti per il tuo percorso professionale, è davvero interessante! Anche io sono laureata in Comunicazione 🙂

  17. In un’epoCa in cui il web offre infinite possibilità di viaggio, credo che la tua professione sia un punto di riferimento importante per i viaggiatori che cercano di destreggiarsi nella giungla di Internet!

  18. Ho sempre invidiato il tuo lavoro per i suoi piccoli vantaggi ma poi capendo la gestione l’empatia e il multitasking che richiede mi sto ricredendo! Perché certo ci sono momenti e clienti belli e altri moltoooo meno!

  19. Super interessante questo articolo, nemmeno sapevo esistesse come lavoro quello del business travel agent, dev’essere una bellissima esperienza da come la descrivi, con un’azienda solida alle spalle e possibilità di crescita. Certo richiederà anche una bella dose di pazienza, alle prese con le mille mila esigenze diverse dei tuoi clienti 😉

  20. Non sapevo assolutamente che facessi questo lavoro! piacerebbe molto anche a me ma, non conosco nessuno e come dici tu il creartelo non è bello! MAh chissà che fine farò ahahah

  21. Ma sai che anch’io mi ero imbattuta in quelle due agenzie e l’idea di pagare anche per me è stata un ostacolo? Complimenti per te e Stefano. Vi auguro una bellissima, incredibile avventura

  22. Penso tu abbia fatto benissimo a seguire il percorso che sentivi più adatto a te, senza troppa paura di gettarti un’esperienza nuova che poi, oltetutto, ti ha dato tanto!

  23. Uh, che sogno!! Ho sempre sognato di fare qualcosa del genere, e invece… lasciamo perdere va!!

  24. Molto interessante questo post e complimenti per il tuo percorso lavorativo. Io sono rimasta senza il mio lavoro e sto cercando di re-inventarmi, avevo letto di queste agenzie che ti vendono il lavoro e visto che di soldi ne ho pochi le ho scartate. Per ora sono riuscita a diventare tour leader per un tour operator italiano, ma viaggio “alla pari”…. Chissà in futuro, potrei mandarti un mio cv.. Intanto vado a vedermi il sito di Stefano.

  25. Alessia è stato bello conoscere un po’ del tuo mondo lavorativo. Anche a me piacerebbe tanto diventare una consulente di viaggi e mollare tutto ma non ho la formazione adatta.

  26. elisa scuto Reply

    Complimenti per il coraggio di esserti messa in gioco più volte! In passato anch’io ho lavorato nel settore, a Londra, ora faccio altro ma l’idea del consulente viaggi online mi ha sempre affascinato da un lato…Dall’altro non ho ancora trovato la spinta giusta per buttarmi…Ma forse non ho conosciuto professionisti validi come nel tuo caso!!

  27. Io che adoro prenotare voli e alberghi e studiare itinerari, impazzirei a fare la consulente per viaggi business. Anche se ammetto che far solo viaggiare gli altri possa essere a volte un po’ frustrante… se avrò bisogno di un itinerario su misura sarà un piacere chiedervi un consiglio.

  28. Ciao innanzitutto complimenti per il blog. Articolo molto interessante. Di sicuro occorre professionalità e voglia di crescere!

  29. Complimenti! Sei riuscita a fare quello che per me è un sogno. Per ora organizzo i miei viaggi e quelli degli amici. Per il futuro chissà….

  30. Ho assistito alle presentazioni di tutte le compagnie aeree possibili e immaginabili, ho mangiato ai pranzi offerti dalle catene alberghiere più disparate, ma in che occasioni?

  31. Ma che lavoro affascinante che fai! Organizzare viaggi è fighissimo, anche se lo devi fare per gli altri. Anzi, il fatto che non debba essere tu a pagare… io farei spendere un sacco di soldi! XDDD

  32. Articolo davvero molto interessante. Sono sempre di più i siti che offrono “consulenza” e supporto per diventare “COnsulente di viaggio”, ma ho sempre avuto il sospetto che fosse più una tecnica per farti spendere soldi piuttosto che farteli guadagnare. Il tuo post me lo conferma. E il tuo percorso professionale è un modello. Grazie

  33. Il tuo è un bel lavoro molto impegnativo. Immagino se va qualcosa storto durante un viaggio, che ansia viene!

  34. Alessandra Reply

    Il tuo lavoro è veramente affascinante, anche se non facile. Di certo non ti annoi! Complimenti e buona continuazione!

  35. Hai proprio ragione. In Italia per fare il consulente di viaggi ormai devi pagare. Io feci un corso con Cartorange nel lontano 2003. Corso gratuito di una settimana a Firenze. Chiaramente viaggio ed eventuale vitto a carico tuo….ma poi i clienti te li dovevi cercare, con tutti i nessi e connessi di una figura allora del tutto nuova. La gente non si fidava e comunque io non sono la persona giusta per andare a rompere le scatole alla gente proponendo viaggi. Quindi, dopo 6 mesi (e qualche viaggio comunque venduto), ho smesso. Continuo comunque ad organizzarmi in autonomia ed a dispensare consigli a chi me li chiede.

  36. L’articolo è molto interessante, le mo sono divorata. Anche io mi sono informata sul percorso di consulente di viaggio, mi piacerebbe molto farlo!

  37. bellissimo articolo, anche perchè io sto studiando turismo e sto cercando di capire cosa fare nella mia vita e soprattutto dopo gli studi.. se dovessi avere bisogno so che posso chiedere un consiglio a te, grazie intanto per l’articolo

  38. Davvero una bella presentazione, complimenti! Trasmetti passione e credibilita’ e io ammiro le persone che hanno il coraggio di mettersi in gioco! Brava e soprattutto inspiring! In bocca al lupo per tutto!

  39. Un bel post in cui hai descritto il pro e il contro del tuo percorso, ma quando il lavoro si unisce alla passione, è il miglior modo per portarlo avanti

Write A Comment