Qualche settimana fa vi avevo lasciato con il fiato sospeso raccontandovi delle mie cento (cinquanta sono troppo poche per me) sfumature di Amsterdam. Vi avevo anticipato che avrei chiesto a Valentina, la mia cara amica, forse la mia prima lettrice, oggi autrice di fantastici libri per bambini, di raccontarmi la sua Amsterdam Segreta, i suoi posti del cuore della città, quelli che solo una quasi local come lei conosce e che difficilmente si trovano sulle guide turistiche.

Mettetevi comodi e prendete appunti per il vostro prossimo viaggio nella magnetica e pittoresca cittadina olandese.

LA MIA AMSTERDAM SEGRETA

Io e Alessia ci siamo conosciute proprio grazie a questo blog. Io all’epoca ero già una Nederland addicted e iniziai a leggerla quando lei giá viveva in Olanda. Si era trasferita da pochi giorni e mi appassionai subito  alla sua storia e alla sua determinazione di voler cambiare la sua vita. Dopo qualche tempo ho avuto il piacere di incontrarla di persona e da quel momento nacque una meravigliosa amicizia.

Quando mi chiedono di Amsterdam mi brillano gli occhi e mi batte forte il cuore. Amsterdam non è l’ Olanda, è Amsterdam, A’dam, una cosa a parte, un mondo a parte.

Per me è come un’amante, adoro conoscerla poco a poco, annusarla, frugarla, è un rapporto a distanza che dura da molti anni e come tutte le cose belle, come i fiori non colti che continuano a profumare, resta un sogno bellissimo per me.

Vi svelerò qualche piccolo segreto, qualche posto, qualche sapore, qualche nota di testa del suo profumo che potreste aver voglia di provare se avrete modo di andarci.

LA MIA AMSTERDAM SEGRETA: #EMOZIONI DEL PALATO

Il mio posto preferito per fare colazione, si trova in Prinsengracht 454, il Royal Bagle and Muffins. Non serve puntare la sveglia, take it esay, prima delle 10:00 la serranda è rigorosamente abbassata.

Marito e moglie, olandesi fino all’osso, sorridono poco e urlano molto, lui sembra dirigere una nave mercantile invece che un minuscolo locale in centro ma io li adoro, li trovo folcloristici al punto giusto e i loro Cinnamon bun con burro fuso e cannella sono tra i migliori che abbia mai mangiato.

Amsterdam segreta
Cinnamon Bul

Se il tempo è nordico e piove da ogni lato come nella migliore tradizione potete consumare la vostra ghiotta ciambella all’interno, sottocoperta, in piedi ma se c’è il sole potete approfittare dei tavolini all’aperto proprio a pelo dell’acqua, ammirando i canali.

Amsterdam Segreta
Royal Bagels and Muffins

Se invece cercate qualcosa di più romantico e “knuffoloso” (da Knuffel: Abbraccio) allora il vostro posto è il Cafè Blu all’interno dello shopping center Kalvertoren, terzo piano.

Il menù non è molto assortito ma non ve ne fregherà una cippa, perché potrete gustarvi la vista della città dall’alto a 360 °C e starvene in completo GEZZELING (rilassamento) con sottofondo di musichina e godervi lo spettacolo.

Amsterdam Segreta
Blue Amsterdam
Amsterdam Segreta
vista dal Blue Amsterdam

LA MIA AMSTERDAM SEGRETA: #CONTATTO CON NATURA

Se vi viene voglia di pedalare (se non vi viene siete nella città sbagliata) vi consiglio una gita all’Amsterdamse Bos, il parente misconosciuto del ben più famoso e frequentato Vondel Park in centro.

E’ il bosco della città. Enorme e bellissimo, vi dico solo che è 3 volte più grande del Central Park di New York, lo potete raggiugere comodamente in bicicletta in una mezz’ora andando piano e passarci anche tutto il pomeriggio. E’ perfetto per i bambini e c’è anche un percorso per canoisti.

Amsterdam segreta
Amsterdam Bos

LA MIA AMSTERDAM SEGRETA: #SHOPPING

Se invece non siete di animo così “bucolico” e preferite lo shopping e l’aria cittadina, in questo caso vi consiglio di perdervi nel quartiere delle Negen Straatjes, nella zona dei canali di Prinsegracht, letteralmente le “nove” strade, e per l’appunto sono così numerate. Più che delle strade sono delle stradine, ripiene di negozietti interessanti e fuori dal comune, potete trovare abiti vintage, farvi un braccialetto o una collana da soli con la peggio bigiotteria assortita in grandi cesti che troverete a vostra disposizione in questi atelier del bijoux fai da te, originalissimi! E potrete anche affogare i vostri eventuali dispiaceri in un qualche dolcino assolutamente LEKKER OR! come direbbero gli autoctoni in deliziosi minibar che profumano di cioccolato e biscotti.

De Negen Straatjes

Per la cena se non avete il braccino troppo corto vi esorto a provare un ristorantino adorabile dove potrete cenare con menù tipicamente olandese (ve lo giuro la cucina olandese esiste!) e potreste anche essere gli unici italiani a tavola, sentirvi davvero parte della città come osservatori privilegiati….

Il posto in questione è il Wilde Zwijnen in Javaplein 23, raggiungibile comodamente dal centro col tram, vi ferma proprio davanti. Ricordate di prenotare il vostro tavolo rigorosamente on line tramite il loro comodissimo sito.

Ecco queste sono solo alcune piccolissime tips.. ma potrei continuare all’infinito anche se sono un po’ gelosa dei miei nascondigli..

Lo faccio per una giusta causa… la mia amicizia con Alessia ^_^

 

Grazie mille Vale, ci hai dato dei consigli preziosissimi che seguiró sicuramente non appena tornerò in visita in Olanda. Quando hai voglia di raccontarci altre chicche come queste ricordati di noi…siamo tutti orecchi!!!

Author

3 Comments

Write A Comment