17 settembre 2014…l’inizio di una nuova vita…finalmente a 40+5 è arrivato William! (capito perchè Royal baby ?!?) e io posso finalmente racocntarvi cosa ha significato per me diventare mamma.

diventare mamma
new life is starting

Dopo un travaglio di 14 ore di cui non sto a raccontarvi, per qualche piccola complicazione i medici hanno deciso di intervenire e fare un cesareo per far nascere il pupo, che alla nascita pesava ben 3182 grammi.

Vi scriverò piu’ avanti dell’eccezionale assistenza medica che abbiamo ricevuto…l’ospedale meglio di un hotel 5 stelle, pulito e accogliente…personale ospedaliero preparato, educato e gentile.

Oggi vi voglio solo parlare di lui…di quel cuccioletto che in questo momento dorme nel lettone e ride beato sognando chissà cosa.

Mi avevano detto che la vita sarebbe cambiata…ma si sbagliavano…per me non è cambiata, per me si è impreziosita! Io sono sempre io, e Ste è sempre Ste…ma adesso abbiamo lui…il nostro gioiello e ogni giorno è prezioso. I mille pannolini sporchi e le cacche gialle che arrivano a metà schiena, i vomitini, le poppate eterne, il male ai capezzoli, la schiena a pezzi, le poche ore di sonno (finora mai una notte in bianco ma ovviamente le mie belle 8 ore consecutive di sonno sono  dimenticate), le preoccupazioni…tutto normale…ma quando lui ti guarda negli occhi e ti sorride, quando lui si addormenta sul tuo petto, quando la sua manina ti sfiora il viso….questo non è normale…è MERAVIGLIOSO!

Siamo follemente innamorati del nostro piccolo e mi chiedo che vita ho vissuto fino ad ora. Mi guardo indietro e penso che niente ha piu’ senso oggi…i pianti per le cavolate, il ragazzo che non mi voleva o l’esame andato male, lo scazzo per i chili di troppo, la preoccupazione perchè il lavoro dei sogni non arrivava…

Oggi tutto ha senso perchè oggi ho lui tra le mie braccia e non mi sono mai sentita così pienamente soddisfatta della mia vita!

diventare mamma
ai mercatini di Dordrecht

Scusate il post mieloso, ma ho poco tempo e non voglio dilungarmi in discorsi lunghi e macchinosi…volevo solo informarvi che è nato e che va tutto bene (qualcuno mi ha scritto qualche tempo fa per chiedere notizie…grazie!). William è un bambino tranquillo, da subito ha dormito bene, non soffre di coliche, sta in braccio a tutti senza fare una piega, ride giorno e notte, ha già volato 4 volte e venerdì prenderà altri 2 aerei per andare dai nonni.

Riempe le mie giornate e la mia vita…e anche se sono stanca, non vorrei che nessun altro si occupasse di lui e facesse quello che faccio io (solo Ste qualche pannolino in piu’ e basta 🙂 ).

L’ ALLATTAMENTO AL SENO: QUANDO UNA COSA NATURALE CREA DIFFICOLTA’

L’allattamento al seno è stato difficile all’inizio, pensavo che una cosa così naturale fosse molto piu’ semplice invece no…dolorosa e difficile soprattutto psicologicamente, ma va bene così. Ci siamo passate tutte ed è lo scotto da pagare per godersi poi una cosa unica e straordinaria, lui che ciuccia e con la manina tiene il seno (come se qualcuno potesse rubarglielo) e quando finisce di mangiare si addormenta su di te e inizia a sorridere (probabilmente sognando una tetta gigante…o sognando me sotto le sembianze di una tetta gigante 🙂 )

 

Si è svegliato…vado a spupazzarmelo un pò! Alla prossima!

Author

5 Comments

  1. Ancora benvenuto in questo mondo Olandesino.. vi abbraccio tutti e tre fortissimo..e attendo che tutto questo succeda anche a me.. ormai manca poco…
    Bacissimo!!!!

  2. Era un po che non leggevamo di voi. Bellissimo post pieno d’amore! Vi auguriamo tanta felicità.
    Una famiglia turco-genovese che vorrebbe trasferirsi in Olanda

  3. Mi piace fare i complimenti con chi scrive così bene, ormai scrivere online è una specie di arte, molti non se
    ne rendono conto ma scrivere su un blog non è cosa da tutti, ci vuole passione, costanza e molto
    tempo a disposizione. Continua così la strada è quella giusta.

    • alessia.1983 Reply

      Che bel complimento! Grazie mille davvero. Ultimamente non scrivo molto e mi sembra di essere a un punto morto ma un commento come il tuo mi fa tornare la voglia di scrivere!

Write A Comment